Nashville, la tappa conclusiva del viaggio

Nashville, la tappa conclusiva del viaggio

Siamo emozionati.

Sarà la tappa conclusiva di questo incredibile viaggio. Oltre 4000 km, 9 stati attraversati, emozioni, stanchezza e volti di persone che hanno segnato questo giro di boa nelle nostre vite.

Tappa conclusiva, scelta con il cuore, saremo a Nashville detta anche “Music City”. Se la chiamano così, un motivo ci sarà. Honky Tonks, luci, colori e ancora musica. Profumi di BBQ, persone, razze, neon multicolori. Questa è l’immagine nella mia testa.

Inutile sottolinearvi, che faremo visita al Johnny Cash Museum (museo a lui dedicato, il grande Johnny Cash). Gli studi B della RCA dove i miti della musica americana hanno registrato i dischi di maggiore successo. Se avremo ancora tempo, e le possibilità di entrare, visiteremo la sede della Gibson.

Il Johnny Cash Museum visto da fuori

Sarà tutto in evoluzione. Sarà l’ultima tappa, quella conclusiva, forse ci troverete dentro un Honky Tonk, sporchi, stanchi e spaesati. Saremo giunti alla fine, ascoltando del blue grass appoggiati ad un bancone di legno, bevendo della birra fresca.

Proveremo a fare dentro di noi, una lista delle emozioni vissute. Saranno troppe, mai abbastanza .

Perchè, ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi.

God Bless America.

Buona vita.

Michele Cecchinelli

Pontederese classe '80. Trasferito a Firenze per seguire gli studi artistici. A Milano ho trovato una moglie siciliana. Da qualche anno adottato a Cascina (PI) in una dimensione piacevolmente bucolica. Musicomane per tradizione familiare, ho i cromosomi del viaggiatore "zaino a spalla".

Lascia un commento