“Loneliest road of America”: in Nevada, lungo la solitaria Route 50.

“Loneliest road of America”: in Nevada, lungo la solitaria Route 50.

Route 50 in Nevada: 700 km Da Fallon a Ely. Deserti e montagne innevate.

È passato qualche anno ma i ricordi sono nitidi. Fermo a lato della strada. Sono sceso dalla macchina e ho capito il significato di “essere soli”. Soli e felici lungo la Route 50, la “Loneliest Road of America” (l’autostrada più solitaria d’America).

Centinaia di km in solitaria, lungo la parte della Route 50 che attraversa il Nevada. Distese infinite senza un orizzonte da poter raggiungere. Paesaggi desertici, montagne innevate, spettacolari cieli azzurri o tramonti rossi. Dalla cittadina di Fallon a Ely passando per Austin e Eureka senza incontrare nessuno.

Route 50 Nevada

Unica compagnia la radio o la mia fedele Playlist.

Penso sia il posto perfetto per chi vuole ritrovare se stesso. La Route 50 è lo scenario ideale, dove venire a contatto con la natura estrema. Non solo a livello paesaggistico. Le escursioni termiche sono repentine tra il giorno e la notte.

Partenza dalla piccola cittadina di Fallon. 7000 anime e poco altro. Uno dei primi posti dove si può ottenere un timbro sull’Highway 50 Survival Guide. Una specie di passaporto della “sopravvivenza” che a fine viaggio da diritto ad un attestato chiamato ‘I survived’ (ce l’ho fatta o sono sopravvissuto).

Una volta partiti, aprite la mente e dimenticate ogni tipo di catena che vi tiene legati alla vostra quotidianità. Da Fallon fino ad arrivare ad Austin, lo spettacolo della natura si manifesta ben presto. La radio tiene compagnia. Attraversiamo lo Stillwater National Wildlife Refuge, nella Lahontan Valley, oltre 320 kmq di superficie paludosa.

Il silenzio è l’unico rumore che riesco a sentire, interrotto solamente dai miei passi e al rumore di qualche uccello che prende il volo sopra la mia testa. Terra di nativi americani.

Route 50 Nevada

Proseguiamo il nostro viaggio fino ad arrivare a Sand Mountain. Vero spettacolo della natura. Una duna di sabbia bianca alta 180 metri e lunga oltre 3 km. Chiamata anche duna di sabbia cantante a causa del suono prodotto dal contatto del vento con la sabbia.

Sempre più soli. Da Austin a Eureka, la strada diventa ancora più solitaria. Le distese piatte e desertiche lasciano spazio a montagne rocciose.

Le montagne rocciose del Nevada

Arriviamo a Ely. Piccolo paesino. Sosta per trovare un attimo di riposo, sgranchirsi prima di ripartire.

Partiamo alla volta di Elko. Siamo nel lontano “Old Wild West” paesaggi che toccano l’anima e il cuore di ogni viaggiatore.

Quante emozioni verso l’ultima tappa. Quella che dopo circa 500 km porta a Reno. Niente di che, meglio lasciar perdere.

Che viaggio memorabile.

Una strada da percorrere soli con voi stessi, per scoprire emozioni indimenticabili attraverso panorami unici di questa parte di States.

Un viaggio nel viaggio.

Organizzate tutto con cautela prima di partire.

 

Route 50 Nevada

Michele Cecchinelli

Pontederese classe '80. Trasferito a Firenze per seguire gli studi artistici. A Milano ho trovato una moglie siciliana. Da qualche anno adottato a Cascina (PI) in una dimensione piacevolmente bucolica. Musicomane per tradizione familiare, ho i cromosomi del viaggiatore "zaino a spalla".

Lascia un commento